ACQUACOLTURA BIOLOGICA

L’acquacoltura biologica rappresenta un interessante comparto del settore biologico.
Il settore si è sviluppato anche grazie all’entrata in vigore di un regolamento comunitario dedicato (Reg. CE n. 710/2009 Poi assorbito dal Reg. (UE) 2018/848 e successive integrazioni) e alla crescente richiesta di prodotti ittici biologici nei maggiori mercati europei. Tra le motivazioni che spingono i consumatori ad acquistare il pesce biologico vi è la consapevolezza che è un prodotto sano, sostenibile e allevato in modo naturale.

LA NORMATIVA È ESTREMAMENTE ATTENTA ALLA SALUTE E AL BENESSERE DEGLI ANIMALI (PESCI, CROSTACEI, MOLLUSCHI) E IN ACQUACOLTURA BIOLOGICA SI USANO:

  • metodologie di allevamento che assicurano ampi spazi;
  • acque ben ossigenate e di buona qualità;
  • impianti che rispettano le esigenze comportamentali e fisiologiche delle specie ittiche allevate;
  • animali allevati per tutto il ciclo di vita.

COSA MANGIANO I PESCI NEGLI ALLEVAMENTI BIOLOGICI?

Mangime biologico composto da ingredienti provenienti dalla produzione biologica, da sostanze naturali non agricole e dell’acquacoltura biologica; se necessario, si incorporano nei mangimi prodotti della pesca sostenibile.
Negli allevamenti ittici biologici, inoltre, è proibito l’utilizzo di antibiotici preventivi, di sostanze chimiche di sintesi e di ormoni e di derivati ormonali per stimolare artificialmente la riproduzione. La gestione della salute degli animali mira soprattutto alla prevenzione delle malattie.

MATERIALI SCARICABILI